Emozioni,  Fotografia

La fotografia che ritrae la bellezza autentica, il ritorno al naturalismo

La fotografia è luce, ombra e contrasti, ma soprattutto emozione. C’è chi sceglie uno stile evanescente, o carico di effetti e chi al contrario opta per il realismo, che ricorda lo stile della Nouvelle Vague del cinema francese, sul finire degli anni cinquanta. Vic Salzano è un fotografo contemporaneo, ma che volge un occhio al passato e le sue foto sembrano proprio ricordare il realismo sopraindicato.

Il corpo femminile nudo al centro della scena, immerso nella natura, statuario ed eretto esprime l’idea del ritorno ancestrale alle origini. La donna che non teme giudizio e si abbandona ad una roccia, roccaforte dei suoi pensieri, che la sostiene e al tempo stesso la trattiene al terreno, ma le braccia e il volto rivolti all’alto, ad un rinnovo spirituale. Ogni foto ha un nome di donna, che racconta una storia.  Ecco “Suadela” esposta ed in permanenza al CAM Museum di Casoria.

Le foto di Vic Salzano esaltano la bellezza della donna, nella sua identità non convenzionale. Come questa foto “Avvinte” esposta per la mostra  Internazional Virtual Exhibition of Kani Kaya Art production. Amore proibito e negato, legato da un vincolo indissolubile. Impossibile e passionale. Amori stracciati dalla convenzione, ma vivi, più vivi che mai.

 

Biografia Vic Salzano

Nato nel 1978 a Napoli, dove vive e lavora. La sua formazione è particolarmente tecnica, ma spinto dal suo personale spirito di ricerca è diventato, già da diversi anni, un estimatore e praticante delle arti creative e della fotografia più di tutte le altre con impegno e passione. Con la fotografia riesce ad esprimere al meglio la sua idea di comunicazione artistica, provando e sperimentando non solo tecniche ma soprattutto e più di tutto nuove esperienze. Infatti per lui, la fotografia non è solo tecnica ma un occhio particolarmente sensibile, capace di vedere dettagli che una visione distratta non può cogliere.

Le sue foto sono il modo in cui vive la realtà e la vita intorno a sé… Ogni foto prende ispirazione da derive della psicoanalisi di Freud. 

La bellezza senza filtri, la perfezione della natura, le onde del mare e il vento che gioca con una seduzione senza artifici. L’autenticità di una donna che non deve stupire per essere guardata, ma che si lascia ammirare nel suo coraggio di mostrarsi per come si è, senza pensare ad altro che vivere.

E con queste parole, Vic Salzano, racconta “La Carolina”:

La bellezza del corpo di una donna che, spogliata degli abiti mentali impostigli dal “ben pensare” sociale, si riappropria della sua libertà di essere femmina e di lasciar trasparire, senza nasconderla e reprimerla, tutta la sua femminilità come prova reale e tangibile del simbolico freudiano.

“È nostra impressione che alla libido sia stata fatta maggior violenza allorché la si è costretta al servizio della funzione femminile e che la natura tenga meno conto delle esigenze femminili che di quelle della virilità”.

 (S. Freud)

Maçara esposta a Thessaloniki Grecia
La Carolina esposta al PAN- Palazzo delle Arti Napoli

Partecipazioni a mostre

– Mostra collettiva internazionale The vision of sex c/o CAM – INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART MUSEUM, dal 11 maggio al 1 giugno 2019;

– Opera in collezione permanente, iniziativa  Support ó CAM c/o CAM – INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART MUSEUM;

– Mostra collettiva internazionale “έκθεση φιλίας” c/o Myro Gallery Thessaloniki (Grecia), dal 25 giugno al 2 luglio 2019;

– Mostra collettiva internazionale Survival 2019 – 4th edition’ c/o CAM – INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART MUSEUM, dal 5 luglio al 6 ottobre 2019;

– Mostra collettiva – Festival EmozionARTI – Arte e Benessere IV edizione Arte che cura c/o P.A.N. “Palazzo delle Arti di Napoli”, dal 23 novembre al 1 dicembre 2019;

– Mostra collettiva internazionale Quarantine Days – Virtual Exhibition a cura di Kani Kaya Art production, dal 15 Aprile 2020;